Facebook Mutuionline 100 Twitter Mutuionline 100 Google + Mutuionline 100

Diminuzione all’1,25% del tasso d’interessi della Bce

Appena il nuovo presidente della BCE, Mario Draghi, debutta sul palconescico, lo facon una mossa a sorpresa (più per i tempi che per i contenuti): la diminuzione del tasso d’interessi del costo del denaro dell’Euro di 0,25% facendolo tornare a quota 1,25% come ad aprile 2011. Quindi totale  inversione di rotta rispetto alla prima parte dell’anno.

Il taglio era poco atteso dagli esperti della finanza a causa dell’alta inflazione su base annua dell’area euro che supera il valore del 3%, superiore agli obiettivi della Bce. Fatta questa mossa il nuovo presidente ha lasciato Francoforte per recarsi a Cannes per l’importante appuntamento del G20.

mario draghi e tasso bce

Conseguenze su mutui e famiglie: una boccata d’ossigeno ed un buon segnale

Questa sforbiciata potrebbe aver un effetto positivo sul credito a famiglie ed imprese.

La situazione dei mutui oggi sappiamo non essere delle migliori: gli spread medi sono quasi doppi rispetto a marzo al 1,2% rispetto al 2,5 % di oggi con alcune banche che chiedono anche il 4% tirandosi fuori dal mercato.

Il taglio del tasso bce dello 0,25% è solo in minima parte un distensore delle tensioni presenti nei mercati finanziari e più precisamente in quello dei mutui.

Chi ne beneficia è sicuramente chi ha sottoscritto in passato un mutuo tasso variabile, in merito all’andamento al ribasso che l’Euribor sta avendo già da qualche giorno e che indubbiamente continuerà nelle prossime ore in conseguenza al taglio effettuato oggi.

Le nuove offerte potranno avvantaggiarsi meno di questo calo del tasso d’interessi del costo del denaro nella zona euro, a causa dello spread molto alto, ma in compenso un Euribor per i tassi variabili ed un Irs per i mutui a tasso fisso che continuano il ribasso e controbilanciano gli interessi.

Fondamentale è analizzare bene l’offerta dei vari prodotti di mutui delle diverse banche, perchè sono presenti forti disparità che evidenziano un poco la salute delle banche. Infatti le migliori offerte presentano fino a 2 punti percentuali meno delle più costose. Importantisso, dunque, confrontare le varie offerte e saper scegliere attentamente per risparmiare fino a diverse migliaia di euro.

Altre info su: , , , ,

Lascia un Commento

Prestito ristrutturazione

Con l'introduzione del bonus del 50% per incentivare la ristrutturare la casa &egrave utile conoscere quale prestito personale richiedere e come procedere per avere una casa 'nuova'...

I pi&ugrave convenienti: Prestiti on line

Miglior Mutuo del mese

Ecco i Migliori Mutui del momento per tasso fisso e tasso variabile e anche per surroga! Calcola e confronta i preventivi per trovare quello pi&ugrave conveniente e risparmiare...

Fai subito un confronto

Ultimissima

Come lo spread influenza i mutui nel 2019 : Si sente tanto parlare di spread, soprattutto in questi periodi, ma qual è l’impatto che questo valore ...

Leggi altre Notizie