Facebook Mutuionline 100 Twitter Mutuionline 100 Google + Mutuionline 100

I mutui ed il mercato immobiliare in questo maggio 2013 ricevono segnali discordanti: in un periodo di estrema incertezza e crisi economica il mercato dei mutui, anche con spread e tassi d’interesse assai più bassi rispetto un anno fa, non riescono a far ripartire il settore che soffre le conseguenze di tutti quei fattori che incidono sull’economia.

Casa e mutuo

Tassi dei mutui e gli spread maggio 2013

Una buona notizia giunge dal settore dei tassi d’interesse dei mutui e dall’abassamento degli spread. Infatti, le migliori offerte sul mercato offrono spread abbondantemente al di sotto del 3% e la media è di un punto percentuale in meno rispetto a quella di un anno fa. Si aggiunga a questa favorevole situazione, l’ulteriore calo dell’Euribor (grazie anche al taglio del costo del denaro dello o,25%) per il tasso variabile verso il minimo storico ed il quadro può ritenersi positivo. Purtroppo non è così, la difficoltà di ottenere l’erogazione di un mutuo è sempre elevata, i rubinetti delle banche son sigillati e se non si offrono ottime garanzie di reddito rimane difficoltoso l’accesso al credito.

L’offerta delle banche per i tassi fissi sfiorano quota 5%, ancora meglio fanno i migliori tassi dei mutui misti che si attestano ad un 3,2%, mentre per i tassi variabili è addirittura inferiore al 3% per l’offerta di BNL. Tutti i migliori mutui potete vederli in questa pagina.

Mercato immobiliare: comprare casa, è un momento buono?

Prezzi delle case

I prezzi delle case, dopo 5 anni dal loro picco, nel 2008, stanno calando per riequilibrarsi, dopo un periodo (1999-2008) in cui il loro valore era quasi raddoppiato inseguendo la bolla che piano piano va sgonfiandosi. Le quotazioni medie al metro quadro sono calate di un buon 20%, ma tenendo conto dell’inflazione, il calo è più marcato. Se da una parte era naturale che dopo anni di eccessi, sarebbero seguiti anni di magra, come ogni ciclo, dall’altra incide fortemente il momento di estrema crisi. Redditi in calo, disoccupazione giovanile in aumento, erogazione credito difficoltosa, sono 3 fattori che non permettono di vedere positivamente il calo dei prezzi degli immobili.

E’ il momento di comprare casa?

Il mercato immobiliare rallenta, il numero delle compravendite diminuiscono, le condizioni del Paese peggiorano, cosa può farci dire che è il momento di comprare casa? Solo la necessità di abitare nella propria prima casa e dal fatto che sono possibili ottimi affari. Andare a vivere in affitto, per aspettare il momento buono, a mio parere non conviene, a che pro? I prezzi sono molto trattabili ed il calo sarà lento anche se continuo. Se trovate la casa che vi piace e riuscite a trattare un buon prezzo non pensate al mercato immobiliare che si sta riallineando con valori di mercato più equilibrati, potreste perdere un occasione.

Al contrario se pensate di investire del denaro in una casa da mettere a reddito grazie ad un affitto, aspettate alcuni provvedimenti di tipo fiscale come l’IMU sulle seconde case, e attendete l’evolversi dei prezzi a fine anno o ad inizio 2014.

 

Altre info su: , , , ,

Lascia un Commento

Prestito ristrutturazione

Con l'introduzione del bonus del 50% per incentivare la ristrutturare la casa &egrave utile conoscere quale prestito personale richiedere e come procedere per avere una casa 'nuova'...

I pi&ugrave convenienti: Prestiti on line

Miglior Mutuo del mese

Ecco i Migliori Mutui del momento per tasso fisso e tasso variabile e anche per surroga! Calcola e confronta i preventivi per trovare quello pi&ugrave conveniente e risparmiare...

Fai subito un confronto

Ultimissima

Come lo spread influenza i mutui nel 2017 : Si sente tanto parlare di spread, soprattutto in questi periodi, ma qual è l’impatto che questo valore ...

Leggi altre Notizie