Agosto 2012 l’estate dei mutui: buone notizie?

Questa estate è molto calda e agosto come sappiamo è il mese delle vacanze al mare o nelle località turistiche sparse per l’Italia e per il mondo. La situazione dei mutui è stabile, cioè come da qualche mese, non molto buona. Vediamo quali sono le previsioni per il resto del 2012 predette da alcuni professionisti ben più informati e attendibili di Mutuionline 100.

Buone notizie da operatori del mercato dell’immobiliare e dei prestiti

Il caldo si sa fa brutti sherzi o forse no? Come son da interpretare le notizie di queste dichiarazioni e studi effettuati?

Cominciamo da un conoscitissimo presidente di un gruppo leader nel settore immobiliare: Ilario Toscano. Nonostante la crisi, nonostante il perdurare ed il deteriorarsi della situazione italiana, nonostante il calo accentuato delle compravendite e tutti quei particolari problemi descritti qui, il suddetto leader sostiene che il mercato riprenderà già a fine 2012. Infatti, dice, il momento è quello giusto per comprare perchè il prezzo si è abbassato ed è possibile, contrattando per bene, avere succosi sconti.

Il perchè lo spiega in questo video:

Personalmente non credo la situazione si riprenda nell’autunno, troppo ottimistica questa previsione, anzi penso continuerà a peggiorare fin tanto che non cambierà tutta una serie di problematiche che hanno rallentato il mercato (lo spero). In primis, dato che qui si parla soprattutto di mutui, la stretta creditizia è, oggi, una barriera molto ostica da superare. Lo dicono i numeri che nel primo semestre 2012 sono stati erogati finanziamenti per il 44% in meno rispetto al 2011. La crisi di liquidità delle banche non permette agli istituti di credito di prestare denaro alle famiglie. Solo questo è un grosso ostacolo per moltissime giovani famiglie che vorrebbero comprare la prima casa. Il mutuo facile dei primi anni 2000 è stato uno sbaglio e le conseguenze le vediamo ora.

2 La propensione degli italiani per l’acquisto della casa

Altra buona notizia per il settore casa: sembra, dopo uno studio di Findomestic, che gli italiani puntano ancora sul mattone anche se il trend del mercato è negativo. Cito i risultati:

É pari infatti al 4,7% la percentuale di italiani che si dicono propensi all’acquisto casa nell’arco dei prossimi 90 giorni. Risulta invece in lieve aumento, dal 7,7 all’8,6%, la percentuale di coloro che prevede l’acquisto di un immobile usato.

Anche il mercato dell’arredamento mostra un lieve rialzo della propensione all’acquisto, che passa dal 14,7% di maggio al 15,5% di giugno. L’incremento è seguito anche da un aumento degli importi massimi di spesa preventivati, che passano dai 3.176 Euro di maggio ai 3.285 Euro di luglio.

Questo potrebbe essere un buon segnale secondo il quale questa leggera crescita di propensione all’acquisto sia dovuta alla consapevolezza che è possibile ottenere buoni prezzi e sconti delle case e concludere buoni affari. Per contro per fare questi buoni affari bisogna avere un capitale iniziale molto consistente. Se vi serve un mutuo vi consiglio di affidarvi al nostro comparatore di preventivi di mutuo, che permette di avere una convenienza ed efficacia difficilmente eguagliabili.

Forse qualcosa di buono potrà succedere, ma sarà un periodo limitato, solo una boccata d’ossigeno se la situazione economica globale non si riprenderà. Continuo a sostenere che il mattone rimane un buon investimento se si tratta di prima casa altrimenti meglio muoversi diversamente o almeno aspettare quest’autunno per vedere se davvero si muoverà qualcosa nel settore immobiliare e nel mercato dei mutui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su