Facebook Mutuionline 100 Twitter Mutuionline 100 Google + Mutuionline 100

Essendo a dicembre 2012 quasi cioè a fine anno, e nell’augurio di ben cominciare il nuovo, come non mancare al consueto appuntamento delle “Previsioni mutui 2013 2014”, anche se di questi tempi sembra quasi di improvvisarsi profeti della buona o cattiva ventura. 

 

Mutui 2013 e 2014 calcolo e previsioni

Alla base delle incertezze previsionali: lo scenario politico-generale ed economico

Il mercato sta dando segnali incoraggianti , ma deboli e la situazione che si vive qui in Italia comincia certamente a diventare piuttosto incerta per un ordine di fattori: il quadro politico-generale (attesa degli esiti elettorali che potrebbero anche cambiare la visibilità dell’Italia sullo scenario inter-comunitario), il quadro economico (strettamente intrecciato al profilo istituzionale). Dall’ultimo punto di vista, in più sezioni curate in questo sito, ci si è occupati di come si ritenga siano necessari interventi e di innovazione nel comparto finanziario e bancario (lancio di nuovi prodotti mirati, stimolo della raccolta a monte da parte del comparto bancario senza troppo dipendere dalla Bce, sviluppo di rapporti di rete e collaborazione e fra le banche stesse e con gli operatori non finanziari, e di specie per l’immobiliare) e di maggiore sprint allo sviluppo innovativo (politiche infrastrutturali, politiche per l’occupazione e la creazione di nuove posizioni autonome).

Quindi, anziché proporre previsioni mutui 2013-2014 puntuali e non potendo dare alcun consiglio sul tempo ideale per stipulare i mutui (non sappiamo cosa potrebbe succedere da qui a metà 2013 e così via), cerchiamo di dare centralità ad uno dei problemi chiave che possono se risolti avere un impatto positivo sui “rubinetti” del credito: la raccolta o funding di tutta quella liquidità che può dare vita a nuovi impieghi (mutui e prestiti).

Gli interventi di stimolo della leva-credito: Cosa migliorare più che cosa aspettarsi

Già si è cominciato verso metà anno 2012 a delineare il quadro delle misure utili ad agevolare la ripresa del settore del credito che sta sicuramente vivendo una fase delicata. Sono andati molto bene, comunque, i nuovi mutui per gli interventi eco-sostenibili su immobili (ristrutturazioni) rispetto a quelli mirati all’acquisto prima casa, ed i prestiti personali o finalizzati al credito al consumo (tra i più gettonati quelli per modernizzarsi con gli ultimi ritrovati della tecnologia).

Le decisioni ad impatto strutturale possono subire qualche slittamento a causa della fase di transizione politica in cui si trova l’Italia ma saranno improcrastinabili. Certamente questi sono i momenti meno adatti per azzardare previsioni mutui 2013-2014 sui tassi con i conseguenti consigli su quale sia il momento migliore o il prodotto più consigliato.

Continuate a richiedere il mutuo, su misura delle vostre esigenze puntuali e senza troppi piani di calendario. Consigliamo, comunque, il variabile, ed almeno sino ai primi mesi del 2013. Si può, pertanto, optare per una maggiore prudenza, ma fruendo di condizioni meno vantaggiose (spread comparativamente più elevati), per il rinegoziabile-variabile. Su tale controversa questione ci siamo già concentrati in una delle sezioni precedenti.

Di seguito riassumiamo alcuni punti vitali, alla base delle proposte di miglioramento del settore del credito nel 2013 e 2014:

I corporate bond: come renderli un’alternativa sostenibile nel 2013

I corporate-bond (prodotti finanziari derivati con associati il prodotto mutuo) vengono solitamente trattati in una logica unitaria imperniata sul factoring e sullo smobilizzo dei crediti.

Ma si potrebbe anche pensare ai corporate-bond come strumento contestuale e simultaneo alla stipula di un mutuo (funding mirato e puntuale, in base all’esigenza di esposizione finanziaria o di concessione nuovo mutuo o prestito).

In tal caso, volendo finanziare la costruzione di un immobile:

Prima risposta all'articolo. Commenta anche tu!

  1. Gianni
    21 dicembre 2012 alle 12:44

    Oggi 21 dicembre 2012 è un buon giorno per fare previsioni, per il 2013 è previsto solo un miglioramento nella seconda parte dell’anno. Sperando di riuscire a comprar casa, se i prezzi scendono ancora potrei farcela, ed accedere ad un mutuo o prestito conveniente. Seguirò il sito che mi sembra aggiornato ed offre un sacco di spunti e guide sul risparmio.

    Auguri

Lascia un Commento

Prestito ristrutturazione

Con l'introduzione del bonus del 50% per incentivare la ristrutturare la casa &egrave utile conoscere quale prestito personale richiedere e come procedere per avere una casa 'nuova'...

I pi&ugrave convenienti: Prestiti on line

Miglior Mutuo del mese

Ecco i Migliori Mutui del momento per tasso fisso e tasso variabile e anche per surroga! Calcola e confronta i preventivi per trovare quello pi&ugrave conveniente e risparmiare...

Fai subito un confronto

Ultimissima

Come lo spread influenza i mutui nel 2017 : Si sente tanto parlare di spread, soprattutto in questi periodi, ma qual è l’impatto che questo valore ...

Leggi altre Notizie