Facebook Mutuionline 100 Twitter Mutuionline 100 Google + Mutuionline 100

Andamento Euribor e previsioni per i prossimi 5 anni. Fondamentale per chi sceglie il mutuo a tasso variabile

L’Euribor (indice interbancario) è il tasso di riferimento che si abbina al calcolo degli interessi per un mutuo a tasso variabile. In questo momento, come potete vedere dalle tabelle e dal grafico nella pagina Euribor è allo 0,845% sulla scadenza a 1 mese mentre arriva all’1,514% sulla scadenza a 6 mesi. Conoscere in anticipo il suo andamento può esse molto importante per la scelta tra mutuo a tasso fisso e quello a tasso variabile. Ecco le previsioni e l’andamento che questo tasso euribor seguirà nei prossimi 5 anni secondo il mercato Liffe di Londra.

euribor, andamento e previsioni 5 anni

Infatti sul mercato dei future di Londra, il cosiddetto Liffe, quotidianamente, vengono quotati i contratti future indicizzati con Euribor con scadenza a 3 mesi. Questi contratti possono far capire come i mercati finanziari si possono muovere seguendo l’andamento economico e in base alla fiducia del settore interbancario. Possono avere delle oscillazioni ampie, ma riescono a dare un senso all’andamento dei mercati europei.

Nel grafico è rappresentato quello che attualmente prevedono nei prossimi 5 anni per l’andamento del tasso Euribor a 3 mesi. Come vediamo dovrebbe scendere sotto la soglia dell’1% entro marzo di quest’anno (2012) stabilizzandosi sotto tale quota fino al settembre del 2013. Dopo questo periodo eccolo risalire per tutto il 2014 e 2015 lentamente fino a raggiungere il 2,31% a fine 2015.

Con queste ultimissime proiezioni l’Euribor rimarrebbe sotto la sua media storica del 3% (elaborata sulla base statistica degli oltre 10 anni di introduzione dell’Euro).

Considerazioni per il tasso variabile

Se verrà rispettato questo andamento il tasso variabile, come sosteniamo da tempo, rimarrà la scelta più conveniente ancora per qualche anno. Per i meno propensi al rischio possiamo suggerire un tasso misto che può approfittare dei primi anni di tasso variabile per poi cambiare in tasso fisso e rimanere tranquilli per la restante durata del mutuo casa.

Altre info su: , , ,

2 Risposte all'articolo. Commenta anche tu!

  1. Rick
    20 aprile 2012 alle 00:01

    Giovanni scrive:Ciao,in qtesuo momento per me non ci sono paragoni tra i mutui a tasso variabile e quelli a tasso fisso, considerando l’andamento economico, ne parlavo anche con un consulente di mutuisupermarketL’economia stenta a riprendersi e i tassi rimarranno verosimilmente bassi ancora a lungo, per cui per chi stipula ora e8 preferibile il variabile considerato anche che la quota interessi pesa molto nei primi anni del piano di rimborso.

  2. Mutuo OnLine
    30 aprile 2012 alle 14:39

    Sono d’accordo sulla convenienza soprattutto nei primi anni di un tasso variabile. Bisogna pensare anche che esiste il tasso misto che può essere utilizzato dagli indecisi ed esiste anche la surroga per chi è in difficoltà e vuole cambiare il proprio mutuo. Quindi le soluzioni non mancano basta rimanere informati.

Lascia un Commento

Prestito ristrutturazione

Con l'introduzione del bonus del 50% per incentivare la ristrutturare la casa è utile conoscere quale prestito personale richiedere e come procedere per avere una casa 'nuova'...

I più convenienti: Prestiti on line

Miglior Mutuo del mese

Ecco i Migliori Mutui del momento per tasso fisso e tasso variabile e anche per surroga! Calcola e confronta i preventivi per trovare quello più conveniente e risparmiare...

Fai subito un confronto

Ultimissima

Situazione mutui oggi, il mercato ad aprile 2015 : Il mese di Aprile 2015 presenta una situazione sui mutui stabile, con un lieve calo dei tassi ...

Leggi altre Notizie